Ravvedimento operoso IMU

Ultima modifica 13 ottobre 2020

In caso di dimenticanza il contribuente, prima dell'inizio dei controlli, può sanare, dandone comunicazione all'Ente, di sua iniziativa, le violazioni commesse mediante "ravvedimento operoso" che consente di ridurre le sanzioni, applicandole all'imposta da versare, come segue:
- 2,50% dell'imposta se la regolarizzazione avviene entro 30 giorni dalla scadenza;
- 3% dell'imposta se la regolarizzazione avviene entro il termine di presentazione della dichiarazione;
Alle sanzioni di cui sopra vanno aggiunti gli interessi legali (2,5% annuo), con maturazione giorno per giorno, computati dalla scadenza non rispettata fino al giorno di effettivo pagamento.

L'Ufficio Tributi resta a disposizione per il calcolo del ravvedimento.