Separazione e divorzio davanti all'ufficiale dello stato civile (art. 12 L. 162/2014)

Ultima modifica 9 dicembre 2021

Separazione e divorzio davanti all'ufficiale dello stato civile

L’art. 12 della L. n. 162/2014 prevede la possibilità per i coniugi di comparire direttamente innanzi all’ufficiale dello stato civile del Comune, per concludere un accordo di separazione, di divorzio o di modifica delle precedenti condizioni di separazione o di divorzio. L’assistenza degli avvocati difensori è facoltativa.

Competente a ricevere l’accordo è il Comune di:

  • celebrazione del matrimonio in forma civile;
  • celebrazione del matrimonio in forma religiosa;
  • trascrizione del matrimonio celebrato all’estero (da due cittadini italiani, o da un cittadino italiano e un cittadino straniero);
  • residenza di uno dei coniugi.

Tale modalità semplificata è a disposizione dei coniugi solo quando NON vi siano:

  • figli minori di entrambi i coniugi;
  • figli maggiorenni di entrambi i coniugi, incapaci, portatori di handicap grave o economicamente non autosufficienti.

Inoltre l’accordo NON potrà contenere patti di trasferimento patrimoniale (es. uso della casa coniugale, liquidazioni una tantum, ecc.), ad eccezione dell'obbligo di pagamento di un somma di denaro a titolo di assegno periodico.

Tempi per poter presentare la domanda di divorzio

Per proporre la domanda di divorzio occorre comunque che siano trascorsi i termini di:

  • 12 mesi dalla data di presentazione dei coniugi davanti al Presidente del Tribunale nel caso di separazione giudiziale
  • 6 mesi dalla data di presentazione dei coniugi davanti al Presidente del Tribunalenel caso di separazione consensuale
  • 6 mesi dalla data di accordo di separazione dei coniugi reso con dichiarazione di fronte all’ufficiale di stato civile
  • 6 mesi dalla data di sottoscrizione, che viene definita data certificata, della convenzione di negoziazione da un avvocato ex art. 6 162/2014  relativa alla separazione personale.

Le fasi dell'accordo di separazione o divorzio

  1. Istanza per la prenotazione di appuntamento comprensiva delle dichiarazioni previste;
  2. Il giorno dell’appuntamento entrambi i coniugi si dovranno presentare personalmente (non è ammessa la procura) innanzi all’ufficiale di stato civile per sottoscrivere l'accordo di separazione o di divorzio ed in quella sede dovranno provvedere al pagamento del diritto fisso di  Euro 16,00;
  3. L’ufficiale dello stato civile deciderà con i coniugi una data per un nuovo appuntamento (da fissare oltre i 30 giorni dalla firma dell'accordo), al fine della conferma dell'accordo stipulato;
  4. Nel giorno prestabilito entrambi i coniugi si dovranno ripresentare innanzi all'ufficiale di stato civile per confermare o meno l'accordo sottoscritto;

La mancata comparizione equivarrà a mancata conferma dell’accordo.

ATTENZIONE: non è possibile modificare la data della conferma dell'accordo, nemmeno per ragioni di forza maggiore. La mancata comparizione anche di uno solo dei coniugi, in ogni caso comporterà la mancata conferma dell'accordo, e per addivenire alla separazione/divorzio dovrà essere avviato un nuovo procedimento.

  1. La conferma dell'accordo farà decorrere gli effetti della separazione o divorzio dalla data della sua prima sottoscrizione;

Indirizzi a cui inviare la domanda

L'istanza potrà essere presentata, allegando la fotocopia di un documento d'identità dei firmatari, tramite:

Attenzione:

Fino a quando non si è ottenuto il divorzio, il matrimonio non sarà definitivamente sciolto e le persone risulteranno regolarmente coniugate a tutti gli effetti di legge, e come tale risulterà sulla documentazione e certificazione rilasciata sia dall'ufficio di stato civile che dell'anagrafe.

La separazione non viene registrata negli archivi dell'Anagrafe della popolazione.

Dichiarazione separazione o divorzio
Allegato formato pdf
Scarica
Modello dichiarazione figli
Allegato formato pdf
Scarica